Windows 10 Home Key Office Professional Plus 2016 Key

Enrico Caracciolo - Photographer & Travel Writer
 
 
   

Copyright© Enrico Caracciolo

p.iva: 01375580493

powered by LinkArte

archive: italy, europe, world.
download pdf
 

ITALIA

 

ABRUZZO

 

PARCO NAZIONALE/Natura forte- Nei segreti del Parco Nazionale in compagnia di Pasetta, discendente di una dinastia di lupari e gran conoscitore dei sentieri di orsi, cervi e camosci. In mountain bike e a piedi sui percorsi più selvaggi.

BASILICATA/CALABRIA

 

MONTE POLLINO/Patriarchi del sud- Full immersion nella selvaggia natura del Mezzogiorno a cavallo tra Ionio e Tirreno; trekking sui sentieri del Monte Pollino tra i pini loricati, eterni patriarchi che lottano contro i venti dell’est e i fantasmi del Parco che non c’è. Torrentismo nello spettacolare canyon del Raganello tra San Lorenzo Bellizzi e Civita.

CALABRIA

 

ASPROMONTE/Ultima frontiera d'Italia- Viaggio alla fine dell’Italia, nel cuore selvaggio dell’Aspromonte inseguendo strade e sentieri che fanno acrobazie in un caos di frane, fiumare, rupi, impenetrabili boschi, valli isolate e borghi grecanici, ricordi di un mondo che si sta sgretolando. Alla scoperta di un’angolo autentico della penisola dove le leggi dell’uomo sostituiscono lo Stato che qui è solo una labile presenza. Visita a Gerace, splendido borgo medioevale perfettamente conservato sulle alture della Locride.

CAMPANIA

 

NAPOLI/Spaccanapoli- La rinascita culturale della città: Grand Tour metropolitano partendo dai misteri della città sotterranea; a spasso nel tempo sulle strade della Neapolis greco-romana e nell’anima oscura di un popolo intimamente legato al culto dei morti. Alla scoperta della napoletanità più autentica attraverso personaggi e botteghe artigianali del centro antico. Tutti segreti della pizza e le migliori pizzerie della città.

PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO/Vesuvianità- Viaggio nel parco nazionale più originale del mondo dove l’uomo e la natura si amano e si odiano come fratelli, dove la biodiversità ha le sembianze di un mosaico incredibilmente vario e complesso, dove ribolle l’energia di un vulcano che fa finta di dormire.

CAPRI/Sentieri sul mare- I due aspetti dell’isola partenopea: mondana e accattivante per i nottambuli, paradiso per chi ama le passeggiate e i giri in barca dall’alba al tramonto. Camminare, meditare, sognare sono gli “infiniti” che accompagnano un trekking sull’isola di Capri. Da Punta Tragara all’Arco Naturale, alla Villa Jovis dell’imperatore Tiberio. Dalla Grotta Azzurra, al faro di Punta Carena lungo il Sentiero dei Fortini per scoprire Anacapri e il volto più selvaggio e sconosciuto dell’isola.

ISCHIA/Tepori della terra- Ischia isolaverde. Dodici mesi di spiagge, cure termali e passeggiate nella natura per scoprire il volto più autentico dell’isola flegrea e le sua antiche tradizioni: dalla viticoltura alla lavorazione di magnifiche terrecotte. Soggiorni esclusivi e vacanze “giovani” nei vivaci villaggi dell’isola.

PROCIDA/Acquerello mediterraneo- Procida, acquerello mediterraneo. La più piccola e la meno conosciuta delle isole partenopee ma anche la più autentica. Isola di pescatori e contadini è la meta ideale per chi viaggia col gusto della scoperta. Nel cuore della Chiaiolella e della Corricella, straordinari e unici esempi di architettura spontanea.

COSTIERA AMALFITANA/Geniale Positano - In una terra aspra e verticale, tra cielo e mare, Positano asseconda la severità della natura e crea un luogo unico per coccolare vizi e virtù dell'uomo nel segno della leggerezza e del movimento.

COSTIERA AMALFITANA/La strada piu’ bella del mondo- La Costiera Amalfitana. Da Sorrento ad Amalfi passando per la favola di Positano e la poesia di Ravello, affacciati sul balcone naturale più bello del mondo inseguendo la leggendaria strada che fa acrobazie sulla costa strapiombante fino a Vietri sul Mare e le famose ceramiche artistiche.

COSTIERA AMALFITANA/Emozioni verticali- L’”altra” Costiera Amalfitana.Viaggio verso il paradiso sul Sentiero degli dei sulla dorsale della Penisola Sorrentina. La strada della Costiera è una meta storica del turismo internazionale ma il sentiero che da Bomerano arriva a Positano va a scoprire il fascino della Penisola più impervia e selvaggia inseguendo panorami mozzafiato.

CILENTO/Di roccia e di mare- Fuori stagione quando il mare non vede bagnanti e le strade viaggiano verso la solitudine per scoprire “il luogo più bello e imprevisto delle coste mediterranee” e le rughe antiche di montagne e borghi senza tempo nel grande Cilento, la meta giusta per viaggiare lentamente.

SANT’AGATA DE’ GOTI/I profumi di Sant’Agata- Un paese tutto da scoprire, ricchissimo di storia e opere d’arte; un’isola di tufo nella terra del Sannio che resiste ad ogni forma di contaminazione cercando di valorizzare le proprie radici che profumano di Falanghina e mele annurche.

LAZIO

 

PONZA/Regina di tufo- A piedi e in bici inseguendo le rocce più belle del mediterraneo. Isola autentica dal duplice volto, ambita da turisti estivi e viaggiatori invernali offre acque incredibilmente trasparenti e magnifiche passeggiate nella macchia mediterranea.

VENTOTENE/Isola magica- Ventotene. Per lungo tempo luogo di confino e teatro dell’utopia umana la piccola isola a metà strada tra Ischia e Ponza si presenta al visitatore con la sua mediterranea semplicità. In canoa sulle rotte dei delfini e a piedi nelle campagne degli ultimi contadini che coltivano le lenticchie con metodi tradizionali.

ALTA TUSCIA/ Il Sentiero dei Briganti- Itinerario sulle strade segrete dell’Alta Tuscia dalla Riserva Naturale di Acuapendente a Vulci in piena Maremma passando per il Lago di Bolsena, Farnese e le rovine dell’antica città di Castro. Viaggio di due giorni e 100 km nel cuore del Far West italiano, terra di antichi briganti, leggende e storie verissime. La mountain bike riscopre la sua originaria vocazione nella magnifica cornice dell'Alta Tuscia laziale.

LIGURIA

 

SASSELLO - PARCO DEL BEIGUA/Profumi del Giovo- Sospesi tra cielo e mare sulle alture del Parco del Beigua, respirando essenze silvestri e aromi di amaretti di Sassello, attraverso strade e paesi perfettamente integrati nel territorio, si pedala immersi in un’atmosfera autenticamente retró.

MARCHE

 

MATELICA/Marche segrete- Viaggio di scoperta nelle valli del Potenza e dell’Esino tra Matelica e Pioraco. Tra le pieghe dell’appennino marchigiano si incontrano luoghi e persone che senza tradire le loro radici sanno vivere al passo con la modernità: vino, carta, tessuti sono i prodotti in cui si identifica questo territorio tutto da scoprire.

RECANATI/I luoghi leopardiani- I luoghi del Leopardi. Itinerario sui colli di Recanati accompagnati dai versi del poeta in un mondo di ondulate campagne e antiche tradizioni passando per Osimo, Montefano e Castelfidardo e il suo museo della fisarmonica.

LA VALLE DEL METAURO/Antiche ceramiche e carbonai- Dall’Alpe della Luna alle mura fortificate di Urbania, il Metauro racconta storie autentiche d’una valle antica. La robusta mountain bike ci accompagna da Umberto, l’ultimo carbonaio, e si ferma nelle botteghe artigiane dell’antica Casteldurante.

MOLISE

 

AGNONE/Campane millenarie- Agnone, il paese delle campane. Viaggio nel tempo immersi nella penombra della fonderia Marinelli, l’antro di Vulcano dove si costruiscono campane con la stessa tecnica di mille anni fa. Itinerario alla scoperta dell’artigianato locale tra Capracotta, Pietrabbondante e la valle del Verrino.

PIEMONTE

 

LE TERRE DI COPPI/Sulla scia del Grande Airone- Le strade dove pedalava il Campionissimo hanno lo stesso carattere del loro eroe: sono silenziose, discrete e danno il meglio a chi decide di andarle a scoprire in bicicletta. A Castellania, da Casa Coppi, comincia un viaggio lontano, nella leggenda e nella storia di un uomo che la bici ha reso immortale, dai colli Tortonesi ai colli profumati di vino di Gavi. Novi Ligure, città dei Campionissimi Coppi e Girardengo col Museo dei Campionissimi.

LANGHE E ROERO/Buon appetito- Grandi vini, bellissime strade, cantine, fattorie, enoteche e il piacere di un viaggio all’insegna del movimento e del gusto. Si parte e si arriva ad Alba attraverso le colline di Langhe e Roero, vivendo la magia di borghi tutti da gustare come Barolo, La Morra, Diano d’Alba, Monforte d’Alba; vino ma non solo; l’Alta Langa è terra di noccile “tonde e gentili” e di leggendari formaggi. Se invece si ha meno tempo e si vuole vivere bene mangiando e bevendo meglio si rimane ad Alba per un viaggio tra profumi e sapori di Langa.

CANAVESE E BIELLESE/L'Anfiteatro Morenico di Ivrea- Piacevoli pedalate tra i primi contrafforti alpini e le grandi pianure padane in un angolo di Piemonte, per anni colonizzato dalla cultura industriale, tutto da vivere. La scoperta dei centri storici di Biella e Ivrea. Lentamente e pienamente, a piedi e in bicicletta. Tra Canavese e Biellese si scopre l’”altro Piemonte”. Molto bello il viaggio a cavallo o in mountain bike intorno all’Anfiteatro Morenico di Ivrea, un itinerario tutto da vivere nel segno della tranquillità alla ricerca di autentiche osterie, cantine di qualità e produzioni tipiche.

LANGHE/La strada del Barolo- Non c’è una direzione precisa ma colline, strade, cantine, vigneti che scandiscono le tappe della Strada del Barolo e dei grandi vini di Langa. Un’esperienza nel segno della passione, dal vino ai... cavatappi. Colline, vigneti, borghi ed enoteche su una strada romantica da Monforte a Dogliani, da Serralunga a Barolo: ogni momento è buono per fermarsi, guardarsi intorno e dentro, ascoltare, assaggiare, guardare il mondo attraverso il rosso rubino di un bicchiere di Dolcetto.

PUGLIA

 

VALLE D’ITRIA/La valle dei trulli - La magia bianca della Val d’Itria sulla strada dei trulli e di antiche masserie dove il legame tra l’uomo e la terra resiste nel tempo. Dal cuore nobile di Martina Franca ai trulli di Alberobello; dall’intimo candore di Locorotondo a Ostuni, bianca regina degli ulivi.

SARDEGNA

 

ALGHERO - CAPO CACCIA/Alla fine del mondo- Il grande spettacolo delle falesie di Capo Caccia, le spiagge e i tramonti di Porto Ferro, la dolce atmosfera dell’Alguer e il viaggio nel tempo attraverso misteri nuragici di Santu Antine. Queste e altre emozioni riservano strade e sentieri che “navigano” sulla riviera del corallo e nelle pietre senza tempo della Valle dei Nuraghi.

MEDIO CAMPIDANO/Isola nell'isola - Dall’altopiano della Giara alla Costa Verde, c’è un’isola nell’isola che si manifesta col silenzio immobile di luoghi e spazi dell’anima, lungo strade immaginarie che ritornano indietro di millenni, nelle mani di uomini e donne che creano e producono nel segno dell’arte l’essenza di una Sardegna ignorata dai grandi flussi turistici, ricercata da chi viaggia “dentro” il territorio.

MARMILLA/Parco della Giara- Sono sensazioni difficili da esprimere quelle che si provano attraversando la Marmilla, anima silenziosa della Sardegna più autentica. Dall’altopiano della Giara alle antichissime pietre di Laconi, Barumini e Villanovaforru è molto facile perdersi nei meandri del tempo e vagare nello spazio.

SINIS/Penisola di luce- Il Sinis è una meta ideale da scoprire in bicicletta pedalando tra bianche spiagge di quarzo, immobili stagni per migliaia di fenicotteri rosa e pietre più antiche del tempo. Terra di viaggiatori che hanno trovato qui la loro pace e pescatori che fanno l’ultima vera bottarga.

TRAVERSATA DELL'ISOLA/Continente Sardegna- Traversata dell’isola da un mare all’altro scoprendo tante sardegne lungo una strada che scavalca montagne, sfiora pietre misteriose, entra nei villaggi, esplora profumi e segue le traiettorie del vento. Con la bici a 15 km/h per accarezzare l’illusione del nomadismo. Dal nordest (Olbia) fino alla Penisola del Sinis lungo una magnifica rotta attraverso la Barbagia con i monti del Gennargentu, il cuore di grano del Sarcidano e della Marmilla e la straordinaria Costa Verde, terra di vecchie miniere e spiagge solitarie (Piscinas).

SICILIA

 

PARCO DELLE MADONIE/Profondo sud- Viaggio per appassionati bikers sulle strade sterrate che sfidando la forza di gravità vanno a esplorare il Parco delle Madonie, un mondo a parte, crocevia di tre continenti dove la natura e gli uomini vivono nel segno della diversità. Dal mare di Cefalù fino alle montagne selvagge di Polizzi Generosa, Collesano e Castelbuono.

STROMBOLI/L’ombra nera del vulcano- In cammino dal mare verso il cielo, sui sentieri, le creste, le vette dello Stromboli. A due passi dalle bocche infuocate dell’isola dove tutti sono stranieri, nel segno della precarietà. Tappa a Ginostra, villaggio "lontano" di uomini e storie dell'altro mondo.

SICILIA ORIENTALE/Viaggio sensoriale- Dai verdissimi Peloritani alle strade barocche del ragusano passando sulle spalle del grande vulcano. Viaggio nel cuore della Sicilia Orientale da Messina a Siracusa con tappe di grande interesse come l’Etna e la Valle dell’Alcantara, gli Iblei e le città barocche da Caltagirone a Ibla, Noto e Modica. Archeologia e natura nella splendida Valle dell’Anapo con la necropoli di Pantalica e nel canyon di Cava Grande del Cassibile. Itinerario intenso tra i profumi e i sapori di una Sicilia lucente come il suo cielo, calda come le sue pietre, tentatrice come i suoi dolci, passionale come le sue spremute rosse...

SALINA/Isola dell’anima- Alla scoperta di Salina, intimo e spettacolare angolo delle isole Eolie; a piedi nella magnifica riserva del monte Fossa delle Felci, antico vulcano spento gemello del Monte Porri. Nei luoghi romantici e poetici del Postino di Massimo Troisi che ha girato qui il suo ultimo film.

TOSCANA

 

VOLTERRA/Spirito etrusco- Sulle tracce degli etruschi a Volterra, antico borgo di pietra in bilico sulle balze strapiombanti. Bianca d’alabastro e misteriosa come i suoi antenati, la città allunga le sue ombre sui colli di una Toscana senza tempo. Dal teatro romano al museo etrusco Guarnacci e alla pinacoteca con lo splendida Deposizione del Rosso Fiorentino; il palazzo Viti e le botteghe dove si lavora l’alabastro.

TERRE DI SIENA - CRETE SENESI/Arte del Pesaggio- In terra di Siena dove le strade disegnano curve e scrivono poesie sulle colline di un paesaggio perfettamente scolpito dalla natura e dall’uomo abbiamo cercato la Toscana autentica senza inciampare nella tentazione di sirene senz’anima. Da Asciano a Trequanda, da Rapolano a Chiusure, il trionfo delle strade bianche.

TERRE DI SIENA - MONTE CETONA/Benessere di Toscana- Il Monte Cetona è un polmone verde che si erge tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia; da Sarteano e Cetona, fino a San Casciano dei Bagni, le sue strade penetrano in fitti boschi, si affacciano su borghi e vigneti, volano sui crinali di un paesaggio mozzafiato e ben si adattano a viaggiatori attivi e sognatori pigri.

TERRE DI SIENA/VAL DI MERSE, Terra autentica- Viaggio nella Val di Merse (Sovicille, Chiusdino, Monticiano e Murlo) dove l’”altra Toscana” diventa intima come i suoi boschi, aperta come le terre di Siena, solitaria come le pievi e i castelli medievali, trasparente e spirituale come il cielo di San Galgano.

TERRE DI SIENA/Strade magiche- Magiche strade sul mare di terra che circonda la città del Palio. Col Treno Natura, in bici e in auto sulle strade che vanno a scoprire gli angoli più spettacolari delle Crete Senesi (Rapolano Terme, Asciano, San Giovanni d’Asso), la Val d’Orcia (Pienza, Bagno Vignoni, Montepulciano, Montalcino), il Monte Amiata, la Montagnola e la Val di Merse (San Galgano) e il Chianti (Radda, Gaiole, Volpaia, Lecchi)

AMIATA SENESE/La Montagna Madre- Viaggio sulla montagna che custodisce i segreti di un territorio autentico. Come una una grande madre l’Amiata protegge i suoi figli e le sue radici culturali da ogni omologazione. Dalle strade magifiche della Val d’Orcia (Radicofani e Castiglione d’Orcia) alle falde boscose dell’antico vulcano (Abbadia San Salvatore e Piancastagnaio) l’”ultima Toscana” è meta ideale per chi ama le vacanze attive: a piedi, in bicicletta e a cavallo.

AMIATA GROSSETANO/Vulcano toscano- Viaggio alle falde dell'antico vulcano, oggi un polmone verde ricoperto da castagneti e faggete. In bici, a piedi a cavallo sul versante dell'Amiata che digrada verso occidente fondendosi con le terre maremmane alla scoperta di borghi, sentieri e sapori di una Toscana semplice, forte e ospitale. Da Seggiano e Arcidosso a Roccalbegna, Monticello Amiata e Cinigiano.

AREZZO/LA VITA E' BELLA- Viaggio di scoperta nella città d’arte toscana tutta da vivere, ammirare e gustare, nel segno di Piero della Francesca e Vasari, ma anche di una piacevole e accogliente quotidianità.

ISOLA DI MONTECRISTO/Tesoro per pochi-Straordinario viaggio sull’isola delle isole, quasi irraggiungibile, l’unica che nel Mediterraneo è riuscita da sempre ad affermare la sua forza e la sua anima selvaggia sull’uomo che qui è un viaggiatore di passaggio. Luogo magico legato alle vicende leggendarie del famoso Conte e “casa” di pochi eletti.

MAREMMA/Grand Tour- Viaggio a tappe alla scoperta di una Toscana dai molteplici volti e un carattere forte. Oltre 400 chilometri, su e giù dalle colline del metallo verso l'Amiata, dalle città del tufo alle campagne di Manciano e Scansano nel segno di un leggendario pecorino e un vivace Morellino. Liberamente, con lo spirito dei butteri.

MAREMMA/Le citta’ del tufo- Viaggio senza tempo dai misteri etruschi agli splendori rinascimentali che avvolgono la Maremma Toscana. In bici e a piedi sul triangolo Pitigliano, Sovana e Sorano. Archeotrekking nel mondo della pietra gialla: dalle necropoli alle abitazioni rupestri attraverso le affascinanti Vie Cave.

MEDITERRANEO/Isola d’Elba- In bici lungo le strade dell’Isola d’Elba, terra dei metalli e del buon vino. Da Portoferraio con le sue ville napoleoniche, attraverso le magnifiche spiagge occidentali, i villaggi di Capoliveri e Porto Azzurro e la leggendaria roccaforte del Volterraio. Minicrociera in barca a vela verso Giannutri e il Giglio, le altre isole dell’arcipelago.

MASSA MARITTIMA/Piazza d’Italia- Week end a Massa Marittima, roccaforte medievale sulle colline metallifere che domina la Maremma. La magica atmosfera e le straordinarie geometrie di una delle piazze più belle d’Italia dominata dalla cattedrale di San Cerbone. In bici sui colli circostanti attraversati da stradine solitarie e silenziose ideali per chi vuol pedalare a testa alta. Ottima base il centro cicloturistico Massa Vecchia.

VAL DI CECINA/Toscana selvaggia- La Val di Cecina dominata dai colli volterrani è un territorio affascinante di rari equilibri e straordinaria integrità. In sella alla mountain bike, animati di spirito pionieristico, nelle riserve naturali dei boschi di Berignone - Tatti e Monterufoli, verso inquietanti ruderi, borghi sospesi nel cielo come Monteverdi, Pomarance, Micciano, Libbiano, Castelnuovo e Montecatini Val di Cecina.

VAL DI CHIANA (Arezzo-Siena)/ Fra Terra e acqua- Viaggio nella Toscana più facile da pedalare tra Arezzo e Chiusi, lungo il Sentiero della Bonifica, la strada ciclabile che attraversa la Val di Chiana alla scoperta di misteri etruschi, oasi naturalistiche, e storiche opere di ingegneria idraulica lungo il Canale Maestro della Chiana.

COSTA DEGLI ETRUSCHI/Terra pura- Alla scoperta della Costa degli Etruschi, un territorio ancora integro e autentico che offre ai venti la sua ispida macchia mediterranea. In bici, a piedi e a cavallo sui sentieri attraverso boschi, colline e antichi borghi medioevali. Sulla strada del vino e dell’olio da Rosignano a Piombino passando per Casale Marittimo, Bolgheri, Castagneto Carducci, Suvereto, Campiglia Marittima e Populonia, antica rocca affacciata sul golfo di Baratti.

TERRE DI SIENA - L'EROICA/Cultura del ciclismo - Con l’Eroica il ciclismo ritorna tale facendo un salto nel passato quando era sinonimo di polvere, fango, fatica e spirito d’avventura; i pionieri dello sport che originariamente accendeva l’Italia intera divisa tra Coppi e Bartali rivivono in una giornata di sport vero, di cultura, di costume durante la quale tornano alla luce del sole biciclette d’epoca, maglie di lana e tubolari a tracolla.

LIVORNO/Stile libero- “Giratina” tra i canali, i mercati, la gente di Livorno, città aperta dove il caos etnico diventa “armonica” confusione, libertà, anarchia e tolleranza. Dal cacciucco al ponce, dal cappuccino alla rovescia alla persiana anche nei sapori è un microcosmo unico.

COSTA DEGLI ETRUSCHI - VAL DI CORNIA/Bel viaggiare- Strade e sentieri della Val di Cornia sintetizzano la vocazione di un territorio legato all’estrazione e alla lavorazione dei minerali, dagli Etruschi ai tempi nostri. Nel segno di una varietà ambientale in cui convivono le diversità di un paesaggio dove è bello vivere e ancor più bello viaggiare.

TOSCANA/UMBRIA/MARCHE

 

TIRRENO-ADRIATICO/In bici tra i due mari- Viaggio lento per scoprire l”altra Italia”: 500 km lontani dal traffico attraverso stradine di campagna, cantine, fattorie e città d’arte facendo tappa in aziende agrituristiche. Luoghi, incontri e persone dal diario di viaggio. Partenza dalla Costa degli Etruschi (Castagneto Carducci) verso la Maremma con Massa Marittima e Roccastrada. Proseguimento verso Montalcino e le terre del Brunello, la Val d’Orcia con Bagno Vignoni e Pienza; poi Montepulciano, Chiusi e l’Umbria col lago Trasimeno, il borgo di Solomeo, i Colli Perugini doc e Torgiano, la valle Umbra con Spello. Attraversamento della dorsale appenninica passando per l'altopiano di Colfiorito; poi le Marche con Camerino, Matelica, il Monte San Vicino, Cingoli e, lungo la valle del Musone, Osimo e il Monte Conero sulla costa adriatica, fino a Sirolo.

TRENTINO

 

I GRANDI ALTIPIANI/Un sogno lungo 100 km- I grandi altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna immersi nella natura e nella storia. Con la bicicletta lungo la “100 km dei Forti”, straordinario percorso ciclabile chiuso alle auto e attrezzato stabilmente per il cicloturismo realizzato utilizzando vecchi tracciati militari e strade forestali. L’itinerario segue la linea di confine austroungarica del primo conflitto mondiale presidiata da invincibili fortezze.

UMBRIA

 

APPENNINO/La montagna dell'uomo- La via consolare Flaminia è un ponte tra passato e futuro che racconta le meraviglie e le conraddizioni di un territorio indissolubilmente legato alla presenza dell'uomo. Da Nocera Umbra e Gualdo Tadino alle falde del Monte Cucco (Parco regionale), passando per Sigillo, Fossato di Vico, Costacciaro e Scheggia. Strade e sentieri si intrufolano nelle pieghe appenniniche e scoprono piazze e botteghe, laboratori e distese di terra dove antichi saperi vogliono e possono resistere al proceso di omologazione imposto dal mercato unico.

SOLOMEO/Fenomeno Solomeo- Villa Solomei era un villaggio del XIII secolo sgretolato e semiabbandonato fino a quando la forza delle idee di un uomo, Brunello Cucinelli, principe del cashmere, ha inventato la “fabbrica umanista” regalando nuova vita a questo luogo.

ORVIETO/La città doppia- ORVIETO, La città doppia Nel segno del tufo che disegna anima e corpo della città, Orvieto è un luogo piccolo per un grande viaggio italiano. Pochi passi, lenti passi, in orizzontale e verticale per scoprire il cuore sotterraneo e la frizzante vitalità di botteghe e artigiani della città della rupe.

TREVI/Umbria extravergine- Sulle colline di Trevi chiome d’argento di ulivi secolari raccontano una cultura nobile e antica, i sentieri indicano la strada ai viaggiatori in cerca di pace. Dalla raccolta delle olive alla bruschetta incontrando luoghi, persone, storie di un mondo puro e trasparente come una preghiera.

MONTE SUBASIO/Cuore d’Italia- Viaggio senza fretta da Todi ad Assisi fino alle pendici del Monte Subasio per scoprire l’”altra” Umbria attraverso un mondo di silenzi e antiche suggestioni; in bici e a cavallo lontani dai percorsi turistici su stradine secondarie e vecchie carrarecce facendo base nei migliori agriturismi della zona.

VALLE D'AOSTA

 

MONTE BIANCO/Alle falde del gigante bianco in MTB- Grandi emozioni in mountain bike al cospetto dei ghiacci eterni della catena del Bianco. Dalla Val Ferret a La Thuile e infne la Val Veny. Viaggio itinerante o escursioni giornaliere con base a Courmayeur su sentieri e strade sterrate immersi nella natura selvaggia dell’alta montagna.

LA THUILE/Atmosfere d'alta quota- Con la mountain bike su carrarecce e sentieri affacciate sui ghiacciai del Ruitor e del Monte Bianco. Itinerari combinati con gli impianti di risalita nel maestoso scenario compreso tra i ghiacciai del Ruitor e del Monte Bianco.

VALDIGNE/All'ombra del Bianco- Sulle tracce di Walter Bonatti lungo la spettacolare Balconata della Val Ferret, affacciata sulla catena del Monte Bianco, dal Rifugio Bonatti al rifuglio Bertone. E poi nel cuore della Valdigne attraverso vigneti, villaggi e strade di sapori e benessere. Da Courmayeur ai vigneti di Morgex e La Salle, allo spettacolo di Pre St. Didier con le sue terme.

VENETO

 

ALTOPIANO ASIAGO 7 COMUNI/Grande avventura- Viaggio itinerante tra i pascoli e le malghe dell’Altopiano di Asiago, vero e proprio “parco ciclistico”, paradiso per bikers in cerca di forti emozioni lontani dalle strade “motorizzate” sulle tracce di avvenimenti storici epici e dolorosi.

EUROPA

 

ALBANIA

 

Un mondo lontano- Viaggio nell’atmosfera antica di un paese che solo da pochi anni ha aperto le porte al turismo. Lungo la strada che segue i profili della costa da Durazzo a Butrinto e itinerario interno attraverso le strade di aspre montagne passando per Girocastro e Berat (dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco) perle di pietra di un paese e di un popolo “congelati” per 40 anni dalla più feroce delle dittature.

AUSTRIA

 

STIRIA/Murradweg- Un fiume per i ciclisti. In bici sulla Murradweg la pista ciclabile che parte dagli Alti Tauri e attraversa tutta la Stiria. Dalle alte montagne alle “miracolose” sorgenti termali di Bad Radkersburg passando per boschi, campagne, piccoli borghi e la bella Graz. Seguendo sempre le rive del Mur.

MOZARTWEG/Sinfonia a pedali- La Mozartweg (Ciclabile di Mozart): 300 km in bicicletta lungo un itinerario ad anello fra Salisburgo e Rosenheim, per laghi, fiumi e monti lungo la nuova pista ciclabile dedicata a uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi: Wolfgang Amadeus Mozart.

SALZKAMMERGUT/Cicloturismo verde- Viaggio in bicicletta lungo la Salzkammergut (la Via del Sale) con partenza e arrivo a Salisburgo nella regione dei laghi inseguendo piste ciclabili e stradine di montagna dove l’ospitalità è una regola antica. Escursione sul trenino a cremagliera verso la vetta dello Schafberg e il suo maestoso panorama. L’itinerario va a scoprire luoghi di grande fascino come il borgo di Hallstatt e il suo lago, gli alpeggi della Blaa Alm, la storica Bad Ischl con la villa del Kaiser.

LUNGAU/Passaggio in Austria- Alla scoperta del Lungau, all'ombra dei Bassi Tauri, dove si vive in armonia con l’ambiente e le antiche tradizioni. Villaggi, monti e valli dove l’ospitalità è radicata nella cultura locale sono lo scenario ideale per un turismo attivo e dinamico particolarmente adatto alle famiglie.n Itinerari a piedi e in bicicletta sulle ciclabili e nelle valli del Lungau tra Tamsweg, Unternberg e St. Michael.

BELGIO

 

VALLONIA/Pianeta birra- Alla scoperta della Vallonia nel cuore del Belgio, patria indiscussa della birra. Dalle colline intorno a Liegi a Dinant, lungo valle della Mosa. Attraverso campagne e villaggi di provincia per incontrare piccoli grandi artigiani e mastri birrai che vivono secondo la natura dell’”Homo brassicolo”...

FIANDRE/Vibrazioni fiamminghe- Viaggio per ciclisti tranquilli che pedalano per rilassarsi; niente salite e tante scoperte nei dintorni ma soprattutto nel cuore di Mechelen, abbracciata al suo magico campanile dal quale piovono note sublimi sui tetti della città che guarda le Fiandre.

DANIMARCA

 

LEGOLAND/Leg Godt- Viaggio nella fantasia dei mattoncini colorati più famosi del mondo nel parco storico di Billund che ha appena compiuto 40 anni. Da Legoland il viaggio prosegue alla volta di Aarhus città che racconta il passato e il futuro della vita in Danimarca.

FIONIA, Favole vere- In bicicletta alla scoperta delle favole vere della Fionia, isola dalla romantica atmosfera e adatta a tutti i cicloturisti: partenza e arrivo a Odense, la città di Andersen, passando per castelli, fattorie e isole di pescatori.

FRANCIA

 

NORD PAS DE CALAIS/L’Inferno del nord- In viaggio sulla rotta della leggendaria Parigi - Roubaix, dove si respira la genesi del ciclismo. Sul palco di pietra va in scena il mito del pavé. In tre atti, sulla scia di uomini e biciclette, arriva la primavera. Ma Parigi è lontana...

ALTA SAVOIA/Cuore dei Bauges- Dagli antichi fasti ottocenteschi di Aix-les-Bains all'atmosfera remota e accogliente del Massif des Bauges. Dall'estate del Lac du Bourget alla frizzante primavera di montagne e borghi isolati, nei segreti di una terra nobilitata dal segno dell'uomo. In bici, a piedi, a dorso di mulo.

LOIRA ATLANTICA/La luce dell’ovest- La Loire à Vélo è una pedalata nell'”altra Loira” seguendo l'andamento lento del grande fiume, dai manieri scenografici a villaggi minimalisti, dai nobili vigneti ai luminosi spazi atlantici. Pedalare lungo il grande fiume è un dolce viaggiare verso la luce occidentale, senza fretta, assecondando l’andamento lento della corrente. Loire à Vélo, ovvero l’occasione giusta per pedalare con spirito nomade dalla Loira nobile di castelli e vigneti alla Loira selvaggia che respira l’oceano.

LILLE/Il segno della contaminazione- Si arriva velocemente col TGV, si cammina tra passato e futuro, si compra tra tecnologia e tradizione. A tavola, nelle strade, nei bar e nei mercati si scopre come vive una città al centro dell’Europa.

BORGOGNA/Bonjour Bourgogne- Nel segno dell’Art de vivre, senza orologio, per scoprire il “fascino della civiltà lenta” dove il tempo è scandito dal lento fluire del Canal du Centre. In bici lungo la Voie Verte che attraversa i vigneti della Côte Chalonaise e nel parco nazionele Morvan. In bateaux lungo il Canal du Centre (Chalon sur Saone, Cluny, Chagny e Vezelay)

IRLANDA

 

CONNEMARA/West wind- Viaggio nel piccolo grande Connemara dove si respirano lapilli d’Oceano e si pedala nel cuore selvaggio di un’Irlanda affascinante e misteriosa, bianca come le sue spiagge, vera come la sua gente, brillante come il suo cielo, nera come la sua birra.

ISOLE ARAN/Sassi nell’Oceano- Il mondo semplice, affascinante e spettacolare delle Aran schiaffeggiate dall’Oceano, isole autentiche di pescatori dove la vita è scritta nelle pietre e nel mare.

ISLANDA

 

Isola di ghiaccio e di fuoco - Non ci sono ostacoli per il vento e l'uomo è un viaggiatore di passaggio su questa terra primordiale; muta come il deserto, travolgente come un fiume in piena e irrequieta come i suoi vulcani, ti pervade silenziosamente. In bici, a piedi, e in fuoristrada: tre viaggi diversi sull’isola più selvaggia del nostro continente. L’atmosfera unica di una terra caratterizzata da grandi contrasti: ghiaccio e fuoco, vulcani, fiordi, laghi e le cascate più belle d’Europa. Dai villaggi di pescatori lungo la costa alle impervie piste del deserto di pomice e sabbia lavica; viaggi avventura e vacanze per gli amanti del Grande Nord, un angolo di mondo dove la natura è ancora integra, pura, imprevedibile.

La quinta dimensione - Nel cuore del Grande Nord uno straordinario sentiero attraversa vulcani, ghiacciai, deserti, sorgenti calde e terre dipinte da Madre Natura. Tutto comincia con un bagno caldo sotto il cielo d’Islanda... a Thorsmork.

MALTA & GOZO

 

Venti mediterranei- L’inverno non sbarca mai nelle isole dei Cavalieri dove brilla la luce del Sud. Dal piccolo mondo gozitano agli splendori di Malta seguendo la magia e i misteri di pietre più antiche del tempo. Dai templi megalitici di Ggantija e Hagar Qim alle spettacolari coste di Azure Window, Golden Bay, le scogliere strapiombanti di Dingli, la spiaggia rossa di Ramla. La Valletta, Rabat e Victoria: storiche e nobili città di globigerina (la caratteristica pietra maltese) che testimoniano un passato importante. Gli itinerari più belli da fare in bicicletta e le botteghe artigianali più caratteristiche.

NORVEGIA

 

FIORDLAND/Terra e mare- Magica atmosfera nordica tra i leggendari fiordi e Bergen, cuore colorato della regione. In treno, a piedi, in bici, in battello attraverso le valli e i fiordi più selvaggi; sui sentieri dell’Hardangervidda, il grande altopiano dove passano le piste del cielo: la ferrovia e la pista ciclabile più spettacolari d’Europa.

IL GRANDE SUD/Dove comincia la Norvegia- Viaggio nel profondo sud d’una Norvegia assolata e poco conosciuta dove la sabbia si trasforma in fiordi e nelle case dei pescatori si raccontano storie di mare. Da Kristiansand a Stavanger alla scoperta di antiche tradizioni rurali e architettoniche.

ISOLE LOFOTEN/Incantesimo nordico- Lungo la E 10 sospesi tra arditi picchi di roccia e il pescosissimo mare del nord. Tappe brevi per assaporare l’atmosfera di antichi villaggi, il fascino delle “rorbu”, vecchie case di pescatori ora destinate all’ospitalità dei turisti. Assolate notti artiche in compagnia di simpatici personaggi che ci raccontano le magie della grande muraglia blu e tutti i segreti del merluzzo.

OLANDA

 

NORD HOLLAND/Terre d’acqua- Viaggio nella patria di ruote e pedali. Viaggio a dieci all’ora sulle ciclabili olandesi per scoprire il fascino di un paese dove pedoni e ciclisti non devono combattere con le automobili. Partenza e arrivo ad Amsterdam attraversando quattro regioni: Noord Holland, Friesland, Flevoland e Gelderland.

SOUTH HOLLAND/Viaggio lento- Con la bici e il treno attraverso i polder, lungo i canali e i porti dell’Olanda del sud a diretto contatto con lo spirito vitale di città e piazze dove il mercato testimonia un passato di viaggi avventurosi e un presente di ordinaria multiculturalità. Viaggio lungo le magnifiche piste ciclabili che si snodano tra intorno a Delft, città di ceramiche e mercati a due passi da Rotterdam, Gouda, capitale dei formaggi, e Dordrecht, antica anima commerciale d’Olanda.

SPAGNA

 

ASTURIE/Tierra Astur- C’è tanto da scoprire, ma soprattutto da vivere viaggiando attraverso il paraiso natural delle verdissime Asturie, da Gjion a Oviedo, passando per il parco naturale di Redes. Un terra autentica fatta di emozioni, sapori (approfondimento sulla produzione del Sidro) e luoghi ideali per muoversi con le proprie gambe, dalle grandi montagne a una costa mozzafiato.

MURCIA/La via del Noroeste - Pedalata per tutti sulla piacevole Via Verde hacia el Noroeste, che dai dintorni di Murcia porta nel montuoso nordovest dell’omonima regione spagnola, dove ci attende un autentico gioiello: Caracava de la Cruz, città dei “caballos del vino” e della Vera Croce.

CARAVACA DE LA CRUZ/Caballos del Vino - Forti emozioni a Caravaca de la Cruz in Spagna in occasione della storica fiesta dei Caballos del Vino, una festa autentica che esplode nei primi cinque giorni di maggio, giorno e notte, senza soluzione di continuiità. La Fiesta de los Caballos del Vino ruota intorno all’esaltazione della Vera Cruz e allo scontro epico tra cristianità e islam, che ebbe in Spagna il suo teatro più drammatico e in Caravaca, città di frontiera tra la Spagna cattolica e il regno moresco di Granada, uno dei suoi luoghi simbolo.

GALIZIA/Frontiera Atlantica- Da mille anni i pellegrini del Camino de Compostela concludono la loro fatica al cospetto di Capo Finisterre, estremo occidente di Galizia e d’Europa. Un luogo magico, che vibra di inesauribile energia e cancella il confine tra viaggio esteriore e viaggio interiore. Da qui siamo partiti alla scoperta della Rías Baixas galiziane.

FORMENTERA/ Dimensione isola- E’ la meta ideale per pedalare nel cuore del Mediterraneo. Stradine a misura di bici, spiagge di sogno, fari e mulini a vento sintetizzano gli ideali dei figli dei fiori che avevano eletto l’isola “nostra signora della libertà”. Dal Cap de Barbaria alle straordinarie spiagge bianche di Ses Illettes, Formentera è l’isola adatta per pedalare in mezzo al mare, camminare sotto un cielo grande, nuotare in acque trasparenti.

SVIZZERA

 

GRIGIONI - VAL POSCHIAVO/Bernina Express- "Dal gelato al limone alle nevi eterne" è questo lo slogan della Ferrovia Retica che così sintetizza uno straordinario viaggio in treno dalla Valtellina all'Engadina, attraverso la magnifica Valposchiavo, tutta da scoprire. A piedi, in bici e a cavallo nella valle dove le Alpi incontrano le essenze del Mediterraneo. Sentieri d’alta montagna e alpeggi, strade di fondovalle e treni d’alta quota, borghi che vivono nel segno della storia e di tradizioni ancora vive. Da Brusio a Poschiavo, da Cavaglia al Passo Bernina. Alla scoperta della straordinaria Val di Campo.

ENGADINA/Montagne perfette- Armonia del paesaggio e turismo dinamico nella culla romantica delle Alpi Svizzere tra le imponenti montagne che hanno ispirato grandi pensatori e artisti. Sentieri e piste ciclabili si snodano tra laghi e foreste di una straordinaria palestra all’aria aperta, ideale per famiglie e sportivi. Dalla Val Roseg alla Val Fex; Da Sils Maria al passo Maloia sulle tracce di Nietzsche e Segantini.

RENO/Lungo il fiume- Itinerario in bicicletta dalla regione di San Gallo al Lago di Costanza passando per l’area termale di Bad Ragaz e lo spettacolare canyon di Alt Bad Pfafers, Vaduz (Liechtenstein) gli alpeggi di Appenzell, Werdenberg il più antico villaggio svizzero in legno e le cascate di Schaffhausen.

BERNER OBERLAND/A due passi dal cielo- Una settimana nell’Oberland Bernese per chi si vuole dimenticare l’automobile. Interlaken e Wilderswil sono le basi ideali per una gita in battello sui laghi di Thun e Brienz. o per un emozionante viaggio sulla ferrovia più alta d’Europa attraverso i ghiacci eterni dello Jungfrau. In bici alla scoperta dei castelli di Spiez, Thun e Oberhofen. Un giorno a piedi nel Ballenberg Museum, grande parco in cui si possono ammirare le tradizioni architettoniche, le attività rurali e l’artigianato dei diversi cantoni.

VALLESE/Il respiro dell'Aletsch- A due passi dal mitico ghiacciaio dell’Aletsch sull’altopiano di Bettmeralp, piccolo e accogliente villaggio del Vallese dove l’automobile non esiste, lo spazio è una dimensione verticale e ci si sposta come insegnano gli svizzeri: prima con la testa, poi con le gambe.

SVIZZERA CENTRALE/Nella vecchia fattoria- Viaggio nel cantone di Lucerna alle falde del Napf, verde montagna che conserva tradizioni, storie, atmosfere di una Svizzera ignorata dalle rotte turistiche. Itinerari in auto e bici con partenza dal villaggio di Willisau. Pascoli, strade bianche, colline e fattorie; pastori, contadini e cercatori d’oro. E’ la Svizzera degli svizzeri, tutta da scoprire a passo d’uomo.

WORLD

 

AUSTRALIA

 

KANGAROO ISLAND/Ultima frontiera d'Australia- Terra di farmer e canguri, la piccola isola che si affaccia sull’Investigator Strait ha il codice genetico della terra madre. Tutta la natura e lo spirito d’Australia concentrati in questa terra di farmer e canguri. La tosatura delle pecore nelle tradizionali farm, i magnifici itinerari naturalistici nel Flinders Chase National Park e la più importante colonia di leoni marini australiani a Seal Bay.

TASMANIA/Spirito libero- Il cuore verde e selvaggio d’Australia, paradiso della vita all’aperto, dove il tempo sembra essersi fermato. Viaggio in bicicletta attraverso le splendide foreste pluviali dell’isola che vanta ancora angoli vergini dove l’uomo non ha mai messo piede. Dalle spiagge bianche della costa est e il campo di lavanda più grande del mondo di Nabowla ai laghi e i picchi di roccia del parco di Cradle Mountain e la selvaggia costa occidentale.

WESTERN AUSTRALIA/Lontano ovest- Nel sud ovest d’Australia, le grandi distanze e gli spazi sconfinati si dissolvono in un viaggio a misura d’uomo. Dalle cristalline trasparenze dell’Oceano Indiano alla selvaggia costa del sud; itinerario ad anello con partenza e arrivo a Perth passando per le splendide wineries di Margaret River, le spiagge e le grotte tra Cape Naturaliste e Cape Leeuwin, le imponenti foreste di Pemberton dove i karry raggiungono 80 metri d’altezza.

ECUADOR

 

AVENIDA DE LOS VOLCANOES/Magia delle Ande- Viaggio sulle strade dei campesinos nel cuore delle Ande seguendo l’Avenida de los volcanoes. Da Quito verso Otavalo e Cuenca attraversando isolati villaggi dove la cultura andina è ancora vitale in un ambiente estremamente vario e sorprendente: dalla foresta tropicale ai ghiacci perenni del Cotopaxi e del Chimborazo. Avventuroso viaggio sul trenino che sfida le Ande da Ibarra a San Lorenzo.

ISOLE GALAPAGOS/Il paradiso in terra- Alla scoperta della straordinaria natura delle isole Galápagos. Minicrociera sulle isole a diretto contatto con leoni marini, iguane, fregate, tartarughe. Lontani dal mondo degli uomini.

MADAGASCAR

 

L'isola continente- In bicicletta sulle piste di terra rossa che vanno a scoprire il “giardino del mondo”: crocevia di popoli, ponte ideale tra l’Africa, l’India e l’Indonesia, e culla di antichissime tradizioni. Dagli altipiani alle sabbie chiare del sud e le magiche trasparenze degli arcipelaghi di Nosy Be e Mitsio, perle dell’Oceano Indiano.

NUOVA ZELANDA

 

Passaggio agli antipodi- Viaggio in bicicletta nel paradiso dell’outdoor e meta ideale dei viaggiatori indipendenti. Dai fiordi, le Alpi e la straordinaria west coast dell’isola del sud alle foreste e i vulcani dell’isola del nord. Le balene di Kaikoura, la magnifica Rainbow Road (100 km di solitudine per ciclisti), la magia del Tongariro Crossing, i verdi silenzi della penisola di Coromandel e di Great Barrier Island.

STATI UNITI

 

COLORADO/La bella vita- Viaggio nell’”altra” America, tra le montagne del Colorado. Partenza e arrivo da Boulder, dove l’imperativo categorico è il “viver bene all’aria aperta”. Poi le grandi montagne e le sconfinate pianure, Steamboat Springs e il Wyoming con alcune sorprese, molto gradite agli amanti della bicicletta.

ZIMBABWE

 

Mal d'Africa- Viaggio sugli altipiani tra i monti di Nyanga e i parchi nazionali di Matopo e Hwange nella culla della civiltà nera precoloniale. Tappa a Great Zimbabwe, antichissima città e attualmente le rovine archeologiche più importanti dell’Africa subsahariana. Discesa verso le cascate Vittoria e viaggio in canoa lungo il fiume Zambezi.

download pdf